Le operazioni nei mercati finanziari sono da sempre associate ai rischi monetari che ne derivano, sia per istituti bancari e istituzioni economiche che per il numero in continua espansione di privati che vi prendono parte, soprattutto con i mezzi messi a disposizione da internet. Insomma fare trading online in borsa è sempre molto rischioso e, per questo, servono degli organi preposti a vigilare.

Per regolare i rischi presenti, per dare una struttura che valga come garanzia di sicurezza agli operatori e per limitare i danni di operatori sconsiderati, imprudenti o di pericolosi, sono stati istituiti organi di controllo dei mercati finanziari.

Nel contesto italiano, la Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) è l'organo di controllo del mercato finanziario interno.
La Consob ha il compito di vigilare sulle società di gestione dei mercati regolamentati, sulla trasparenza e l'ordinato svolgimento delle negoziazioni, sulla trasparenza e la correttezza dei comportamenti dei soggetti che operano sui mercati finanziari; di regolamentare la prestazione dei servizi e delle attività di investimento da parte degli intermediari, gli obblighi informativi delle società quotate nei mercati regolamentati e le operazioni di appello al pubblico risparmio; di autorizzare i prospetti relativi alle offerte pubbliche di vendita e i documenti d'offerta concernenti offerte pubbliche di acquisto, l'esercizio dei mercati regolamentati nonchè le iscrizioni agli Albi delle imprese di investimento; di controllare dati e notizie fornite al mercato dagli emittenti quotati e dai soggetti che fanno appello al pubblico risparmio con l'obiettivo di assicurare un'adeguata e trasparente informativa; di sanzionare le condotte illecite; di comunicare con gli operatori e il pubblico degli investitori per un più efficace svolgimento dei suoi compiti e per lo sviluppo della cultura finanziaria dei risparmiatori; infine, di collaborare con le altre autorità nazionali e con gli organismi internazionali preposti all'organizzazione e al funzionamento dei mercati finanziari. (Fonte: Consob.it)

Nel contesto europeo, invece, è l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ad avere il compito di migliorare la protezione degli investitori e promuovere mercati finanziari stabili e ordinati.

L’ESMA ha il compito di tutelare degli investitori garantendo un migliore soddisfacimento delle esigenze finanziarie dei consumatori e rafforzare i loro diritti in quanto investitori, riconoscendo al tempo stesso le loro responsabilità; di promuovere l'integrità, la trasparenza, l'efficienza e il corretto funzionamento dei mercati finanziari e una solida infrastruttura di mercato; di rafforzare il sistema finanziario in modo che sia in grado di resistere agli shock e al logorio degli squilibri finanziari; infine, di favorire la crescita economica. (Fonte: europa.eu)

Infine, Cysec (Cyprus Securities and Exchange Commissio), con sede a Cipro, è l’autorità che rilascia le licenze ai broker, supervisiona il loro operato e impone sanzioni o provvedimenti disciplinari a seguito di comportamenti scorretti.

La cellulite è un disturbo degenerativo del pannicolo adiposo, che si sviluppa soprattutto in soggetti di sesso femminile, in particolar modo in alcune precise parti del corpo. La soluzione a questo problema esiste, anzi, ne esistono tante, alcune delle quali si possono trovare in erboristeria, sotto forma di creme o oli da utilizzare per un massaggio nei punti afflitti dal disturbo, oppure in capsule, da utilizzare come integratori alimentari.

Anticellulite dalla natura
La cellulite oggi si cura anche con metodologie mediche e con farmaci, per chi vuole curarla con i rimedi naturali in erboristeria ci sono moltissimi prodotti a base di piante. Tra le piante ad effetto anticellulite le più famose sono le alghe, che espletano un effetto antiossidante, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso ed eliminando le adiposità localizzate. Alcune piante hanno un effetto di protezione e stimolo del microcircolo, come ad esempio il mirtillo, l’ippocastano e la vite rossa, insieme con una potente attività contro i radicali liberi. Un'altra pianta molto utile contro gli inestetismi della cellulite è la betulla, con cui si prepara uno speciale olio per massaggi, molto efficace.

Gli anticellulite nel piatto
Alcune sostanze presenti nelle piante sono molto efficaci anche quando si consumano frutti o foglie. Un esempio è il mirtillo, e tutti i frutti rossi: contengono antociani, che hanno un’azione antiossidante e stimolante nei confronti della circolazione. L’ananas stimola la digestione delle proteine e aiuta a eliminare le tossine in eccesso. Anche il caffè e il cioccolato hanno una buona azione anticellulite, che però espleta al meglio la sua attività solo se la caffeina e la teobromina (contenuta nelle fave di cacao) sono introdotte a livello cutaneo: non serve a nulla bere molti caffè o mangiare ogni giorno qualche pezzetto di cioccolato; o meglio, non serve contro la cellulite. Le creme da massaggio che contengono queste sostanze invece agiscono rapidamente, stimolando anche le cellulite a velocizzare il loro metabolismo.

I pregi delle verdure
In natura si possono trovare tantissimi principi attivi naturali anticellulite, che si possono sfruttare in vari modi. Ma la frutta e la verdura hanno anche diverse azioni benefiche se introdotte quotidianamente con la dieta. Oltre a favorire l’introduzione di vitamine e sali minerali, il consumo di frutta e verdura aiuta a evitare gli accumuli di grasso e riduce drasticamente i sintomi della ritenzione idrica. La maggior parte della frutta e della verdura infatti stimolano la diuresi e il transito intestinale dei cibi.

I profili social di Ludovica Valli sono un tripudio di commenti dolcissimi e cuoricini. I fan della bellissima mora di Uomini e Donne hanno decisamente apprezzato il lieto fine con Fabio Ferrara e Ludovica ha deciso di premiarli con una bellissima foto di buongiorno. Ludovica e Fabio sono ritratti sdraiati e lei regala un bellissimo sorriso innamorato all’obiettivo.
Anticipazione Uomini e Donne: La didascalia è eloquente: “amore, buongiorno”. I due ragazzi si godono giustamente la tranquillità di casa e di un risveglio insieme, proprio come fossero una qualunque coppia di giovani innamorati. E i fan impazziscono di gioia e di like. Durante la puntata del 5 maggio scorso, i più appassionati della storia d’amore tra Ludovica e Fabio si sono potuti gustare una meravigliosa sorpresa inaspettata. Ludovica infatti ha ricevuto in diretta una dolcissima lettera audio in cui Fabio le ha fatto ascoltare una canzone da lui composta e a lei dedicata. Fabio in questo audio si è aperto completamente e ha messo a nudo se stesso nel profondo ammettendo di essere spesso diffidente e di mettere alla prova ogni giorno quello che sente. Forse l’amore per Ludovica lo spaventa, Fabio stesso ammette di combatterlo, di averlo maltrattato e di avergli messo i bastoni tra le ruote ma l’arrivo di Ludovica ha cambiato tutto quanto.
La ragazza lo capisce senza nemmeno il bisogno di parlare e Fabio finalmente con lei si sente a casa. Quella vita insieme, di cui abbiamo visto uno spicchio nell’immagine postata sui social, è certamente fatta di tenerezze di coccole ma anche di discussioni. Il confronto però, ammette Fabio, con Ludovica è costruttivo e non fa paura. Fabio ammette che Ludovica è davvero unica e che proprio per questo ha deciso che la vuole accanto a lui.
Nonostante sia cambiata o forse proprio per questo, perché è orgoglioso di aver contribuito a questo, perché salvando lei, ha salvato se stesso. Insomma Fabio ha preparato una dichiarazione d’amore in piena regola e questo momento così dolce non poteva che concludersi con un “sono innamorato di te!” urlato addirittura attraverso un megafono.

Valmontone si trova in un'area geografica poco conosciuta a livello di turismo ma che cela in essa tesori artistici, tradizioni, percorsi naturalistici e paesaggi che nulla hanno da invidiare a luoghi turisticamente più noti.

L'invito che noi ti rivolgiamo è quello di approfittare dell'occasione per passare qualche giorno alla scoperta di questi tesori, con la garanzia che il tuo soggiorno si trasformerà in un’esperienza indimenticabile da raccontare agli amici al tuo ritorno a casa.

Nell'area intorno a Valmontone, sorgono numerosi paesini con alle spalle secoli di storia, nati in epoca romana e preromana e sviluppatisi in tutto il loro splendore durante gli anni della dominazione dello Stato della Chiesa, di cui conservano ancora la conformazione, monumenti e le tradizioni.

La maggior parte di questi paesi sono delle autentiche "bomboniere", graziosi borghi medievali conservati in maniera ottimale grazie all'impegno di singoli cittadini e delle varie amministrazioni comunali che negli anni si sono avvicendate.

Grazie all'apertura del Parco Giochi Magicland, questo è un periodo di "rinascita" per essi. C'è un continuo fermento culturale che permette ogni anno di svolgere bellissime manifestazioni come i palii delle contrade, rievocazioni storiche in costume d'epoca, manifestazioni enogastronomiche ed iniziative folkloristiche. Anche i musei stanno ritrovando il loro splendore.

Tutto questo fa della zona un'area da scoprire nel suo intimo, partecipando a queste manifestazioni, vivendo il calore della sua gente da sempre accogliente e cordiale, per assaporare il gusto dei suoi piatti tipici e dei suoi vini rinomati.
E dove, meglio di una struttura extra-alberghiera a conduzione familiare come un bed and breakfast od un agriturismo, si possono assaporare queste sensazioni?

Per gli amanti della fotografia di tutti i generi è un'autentica cuccagna. Paesaggi unici dove nel passato molti pittori si sono fermati per coglierne l'essenza ed il colore, contadini che vendemmiano nelle sterminate vigne presenti sul territorio, cantine vinicole aperte, processioni in costume, palii e giostre medievali, monumenti, monasteri e sagre paesane caratteristiche, trattorie dove si possono degustare gli antichi piatti della zona, botteghe di mestieranti all'interno di vicoli e stradine dei vari centri storici, presepi viventi e tanto altro ancora.

Ognuno dei paesi ha una sua storia e delle sue caratteristiche specifiche che non mancheranno di farti venire la voglia di tornare.
Tornare a gustare, annusare e vivere la tradizione di questi luoghi, tornare per essere abbracciati di nuovo dal calore delle sue genti.
Fonte: www.magicvalmontone.it

L'apparato digerente nell'uomo adulto può raggiungere nella sua totalità i 9-12 metri inizia dalla bocca, per poi attraversare il collo, il torace , l'addome e termina con l'apertura anale; la sua fondamentale funzione è quella dell'assunzione del cibo, della digestione, dell'assorbimento delle sostanze nutritive e quindi dell'eliminazione delle scorie non assimilabili o tossiche per l’organismo.

Ogni funzione precedentemente menzionata è svolta da una precisa parte dell'apparato digerente. Il cibo ingerito una volta che è entrato nel canale alimentare subisce delle modifiche sia meccaniche che enzimatiche che ne modificano il suo stato chimico-fisico rendendolo assimilabile, mentre come detto precedentemente la parte non assorbita viene espulsa all'esterno dell'apparato sotto forma di feci.

Durante la digestione le sostanze come gli zuccheri, i grassi e le proteine vengono trasformate in elementi chimici a molecola semplice come gli amminoacidi, i monosaccaridi e gli acidi grassi. Grazie a questo processo le sostanze nutrienti attraverso l'epitelio della parete intestinale ricoperto dai villi, raggiunge i vasi sanguigni e linfatici, che le trasportano attraverso il fegato che oltre ad immagazzinare alcuni elementi nutritivi tra i quali ricordiamo gli zuccheri, funge anche da filtro per neutralizzare eventuali sostanze tossiche assimilate, e da qui partono trasportate dal flusso sanguino per nutrire tutti i tessuti del corpo.

Possiamo dividere così l'intero apparato digerente per una più facile comprensione ed individuazione delle funzioni:

  • Cavo orale (adibito alla masticazione ed insalivazione del cibo prima della trasformazione in bolo)
  • Faringe (situata all'altezza del collo mediante la quale viene deglutito il bolo)
  • esofago -(condotto di trasferimento del bolo dalla faringe allo stomaco)
  • stomaco - (parte più dilatata del tubo digerente dove inizia la fase di digestione)
  • intestino tenue - (dove prosegue la fase di digestione ed assorbimento dei nutrienti)
  • intestino crasso - (dove avviene per lo più l'assorbimento di acqua e l'accumulo del materiale di scarto che andrà a formare le feci)

Conoscere per sommi capi come è costituito l’apparato atto alla digestione nel corpo umano, ed anche capire a quali funzioni ogni suo tratto è adibito, può consentire di individuare più agevolmente molte patologie minori senza ricorrere a visite o temere il peggio. Insomma, si può facilmente capire se si sia soggetti magari a reflusso gastrico o bruciore di stomaco giusto per citare un esempio.